Regenoss

sostituto osseo flessibile

Regenoss-sostituto osseo flessibile

Nanostruttura biomimetica: la natura come modello

RegenOss è uno scaffold totalmente biomimetico: la sua peculiare struttura e la sua composizione chimica conferiscono al prodotto caratteristiche del tutto simili all’osso umano.

RegenOss è prodotto attraverso un esclusivo processo, brevettato a livello mondiale, di enucleazione di nanocristalli di magnesio-idrossiapatite nelle fibre di collagene. Il processo imita ciò che avviene in natura durante la fase di neoossificazione.

Rigenerazione guidata

Grazie alla elevata idrofilicità, RegenOss è in grado di assorbire rapidamente i fluidi biologici, le molecole e le cellule che promuovono la rigenerazione ossea. La sua architettura favorisce l’adesione e la proliferazione cellulare.

RegenOss viene gradualmente degradato dall’azione enzimatica e cellulare in un tempo fisiologicamente adeguato (6-12 mesi), rimanendo in situ per il tempo necessario per “guidare tridimensionalmente” la deposizione del nuovo tessuto osseo.

Applicazioni cliniche

RegenOss è stato progettato per essere applicato in varie procedure chirurgiche:

021-indicazioni - indicazioni

RegenOss può essere miscelato con osso autologo, fluidi biologici, concentrato midollare e fattori di crescita.

RegenOss va inteso come un riempitivo di cavità o lacune ossee. Non deve sostituire le procedure standard per il trattamento dei difetti ossei. Deve essere utilizzato con gli opportuni mezzi di sintesi e stabilizzazione meccanica.

RegenOss Ortho è disponibile con i seguenti codici:

Patch

codice
descrizione
q.ta per confezione
01600815
Patch (1,5 x 1,5 x 0,5 cm)
1
01600816
Patch (3,5 x 3,5 x 0,5 cm)
1
01600819
Patch (7,5 x 7,5 x 0,5 cm)
1

Strip

codice
descrizione
q.ta per confezione
01600818
Strip (2,5 x 7,5 x 0,5 cm)
1

RegenOss Spine è disponibile con i seguenti codici:

Strip

codice
descrizione
q.ta per confezione
01600820
Strip (2,5 x 5,0 x 1,0 cm)
1
01600821
Strip (2,5 x 7,5 x 0,5 cm)
1
  1. Romano' CL, et al. (2015) “Antibiotic-loaded RegenOss for the treatment of septic bone defects in vitro study and preclinical experience”
    JOURNAL OF BIOLOGICAL REGULATORS & HOMEOSTATIC AGENTS Vol. 29, no. 3 (S), 0-0 (2015)
  2. Babiker, H., Ding, et al. (2012) “The effects of bone marrow aspirate, bone graft, and collagen composites on fixation of titanium implants.”
    J. Biomed. Mater. Res. Part B Appl. Biomater. 100, 759–766 (2012).
  3. Arrigoni E, et al. (2013) “Two bone substitutes analyzed in vitro by porcine and human Adipose-derived Stromal Cells”
    Int J Immunopathol Pharmacol. 2013 Jan-Mar;26(1 Suppl):51-9.
  1. Barbanti Brodano G, et al. (2015) “A post-market surveillance analysis of the safety of hydroxyapatite-derived products as bone graft extenders or substitutes for spine fusion.”
    Eur Rev Med Pharmacol Sci 19(19):3548–3555
  2. Barbanera A, et al. (2013) “Potential applications of synthetic bioceramic bone graft substitute in spinal surgery.”
    Progress in Neuroscience 97–104
  3. Manfrini M, et al. (2013) “Mesenchymal stem cells from patients to assay bone graft substitutes.”
    J Cell Physiol 228(6):1229–1237
  4. Grigolo B. et al. (2016) “Use of a fully-resorbable, biomimetic composite hydroxyapatite as bone graft substitute for posterolateral spine fusion: a case report”.
    Int J Clin Exp Med 2016;9(11):22458-22462
Regenoss